I costi nascosti di un sistema di segnaletica carente o inefficace

APPROFONDIMENTI

Hai mai pensato a quanto puoi risparmiare con una segnaletica efficace e funzionale?

E a quanto puoi guadagnare in immagine?

Strutturare e progettare un buona segnaletica si ripaga da se.

“Mi scusi, mi può dare un’informazione?”

È una delle domande più frequenti tra quelle che creano interruzioni nelle quotidiane attività lavorative del personale in ambito ospedaliero, sanitario e in tutte le strutture aperte al pubblico.

Questo tipo di domanda non si limita alla reception.

Anche se sono spesso occupati con attività anche critiche, si pensi ad esempio all’ambito ospedaliero, il personale spesso deve interrompere la propria attività per dare ai visitatori e/o pazienti le indicazioni o per portarli, letteralmente per mano, fino a destinazione.

I visitatori, non riuscendo a trovare la loro destinazione, si possono sentire frustrati e infastiditi, diventando talvolta anche irritati.

Occorre tener conto che questo stato d’animo li influenzerà e li porterà, con ogni probabilità, a formulare un giudizio complessivamente negativo dell’intera struttura e non solo della segnaletica.

Esistono ricerche che stimano in circa il 3,0 % il tempo utilizzato dal personale per dare indicazioni o per accompagnare i visitatori/pazienti.

E’ semplice a questo punto stimare i costi sostenuti per fornire informazioni.

Considerando il numero di dipendenti di una struttura medio grande ed il loro monte ore annuale, è intuitivo pensare a quale costo equivalgano queste informazioni.

Un sistema di segnaletica (wayfinding), efficace e funzionale, può ridurre in maniera evidente tali costi raggiungendo una redditività degli investimenti entro breve ed è quindi in grado di ripagarsi in tempi rapidi.